Scuola elementare “F. GIAMPAGLIA”: con TRINITY conosci l’inglese

1 5 anni fa
La professoressa Giovanna Tavani con il professor Michael Cross del Trinity College di Londra

Ercolano, lunedì 31 marzo 2014

Oggi mi sono recato presso la Scuola elementare “F. Giampaglia” di Via Semmola. Avevo appuntamento con la dottoressa Elisabetta Pugliese di Poste Italiane che iniziava un corso sul collezionismo filatelico, argomento del quale parlerò in un prossimo articolo.

Dopo averla incontrata e salutata nella classe che le era stata assegnata sono stato ricevuto dalla Dirigente Scolastica Professoressa Giovanna TAVANI. Con lei ho avuto un proficuo scambio di opinioni sul ruolo, la difficoltà e la realtà di una scuola moderna che vive quotidianamente a contatto e deve commisurarsi con strati sociali diversificati ed, a volte, agli antipodi tra legalità e delinquenza.

Una interruzione sollecitata da una collaboratrice mi ha consentito di prendere visione ed entrare nel merito di una esperienza formativa in corso di svolgimento nella scuola. Parlo degli esami di inglese del 2° corso (gradi 2 e 3) per alunni (n. 51) e docenti (n. 15) che il Professor Michael CROSS del Trinity College di Londra stava tenendo dal mattino.

Il professor Cross, con precisione tipicamente anglosassone, aveva interrotto gli esami per gustare le sfogliatelle ed i succhi di frutta cortesemente offerti dalla scuola. Ho avuto modo di trattenermi a parlare con lui insieme alla preside Tavani ed ho colto l’occasione per scattare alcune foto; non avevo idea di cosa avrei trovato a scuola, ma ero uscito fortunatamente con la mia Pentax digitale K200.

IMGP3683_m_ridottaUna volta salutato l’ospite, al quale la preside ha consegnato opuscoli preparati da alunni e docenti nel corso del progetto Comenius, mi sono trattenuto all’esterno dell’aula degli esami IMGP3685_ridottadove, dopo gli alunni, i docenti, in attesa di essere convocati, facevano capannello e si scambiavano informazioni e commenti sulle probabili domande e sulle risposte che avrebbero dovuto dare aiutati dalla professoressa di lingue che coordinava le operazioni. I docenti mi sono sembrati più emozionati degli alunni; all’uscita, comunque, il sorriso aleggiava sui loro volti per la prova superata.

Nell’attesa ho colto l’occasione per avere notizie sul personaggio al quale era intitolata la scuola; ho ricevuto gentilmente un opuscolo (Edizione speciale di “Un Ciclone di notizie”) stampato nel 25° anniversario dell’intitolazione del Secondo Circolo Didattico.

 

Breve storia Francesco Giampaglia

Francesco Giampaglia nasce a Taranto il 29 novembre 1919 figlio dei resinesi Antonio e Losa Filomena. Iscritto nel Compartimento Marittimo di Torre del Greco, nel corso del 2° conflitto mondiale viene imbarcato come segnalatore sul cacciatorpediniere “ESPERO”, a bordo del quale muore il 28 giugno 1940 nelle acque a nord di Tobruk dove la nave era diretta. Aveva solo 21 anni non ancora compiuti. La nave fu intercettata da preponderanti forze navali inglesi che tenne impegnate con eroiche manovre consentendo al resto della squadra di sottrarsi al nemico. Si salvarono solo in 47. Nel 1949, con decreto del 29 luglio, gli venne concessa, alla memoria, la Croce di Guerra al Valor Militare.