Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Search in posts
Search in pages
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Categories
artisti locali
blog
Cultura ed eventi
Innovazione tecnologica
Moda e design
progetto tilgher
Risorse del territorio
Storia locale
Tradizione e folklore
Mostra fotografica storie di donne al museo archeologico virtuale
febbraio 27, 2017
0
storiedidonne_coprtina

L’8 marzo si festeggia  la festa delle Donne .o più correttamente la Giornata internazionale della donna.

Ma perchè si festeggiano le donne proprio in questo giorno ? e qual’ è la storia che ha portato , le donne a essere celebrate ?

Nello specifico l’8 marzo è dedicato al riconoscimento delle lotte che sono state portate avanti dalle donne e alle loro conquiste sul piano dei diritti, dell’economia e della politica contro le discriminazioni e le violenze di cui, ancora oggi, sono vittime in molte parti del mondo.

La storia di questa festa affonda le sue radici nella manifestazione che il partito socialista americano organizzo il 28 febbraio 1909 a sostegno del diritto delle donne al voto. Proprio in quegli anni , le donne si attivarono sul tema delle rivendicazioni sociali e molte decisero di scioperare e scendere in piazza per molti giorni per chiedere un aumento di salario e il miglioramento delle loro condizioni di lavoro.

Nel 1910 il VIII Congresso dell’ internazionale socialista propose di istituire una giornata dedicata alle donne . L’anno dopo, nel 1911 ,  a New York , la fabbrica Triangle andò a fuoco e quasi 150 donne persero la vita.

Da allora le sollevazioni femministe si moltiplicarono in tutta Europa . Ma fu solo nel 1917, quando le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della guerra , che si fissò all’ 8 marzo la festa delle donne.  Cinque  anni dopo la festa comincio a essere celebrata anche in Italia e nel 1945 l’iniziativa si consolidò .

Nel 1946 tutta l’Italia partecipo alla festa della Donna e si scelse la mimosa , la pianta che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo, come simbolo della ricorrenza. E’ in occasione del mese dedicato alle Donne che l’associazione appunti fotografici con una mostra itinerante racconta ” Storie di Donne “

Il progetto è nato con l’intento di raccontare tante sfaccettature di donne nella loro complessità.

“Storie di donne” è un breve viaggio nell’universo femminile che vuole andare oltre la semplice visione di corpi e sessualità.

Ognuno dei fotografi racconta la sua visione di donna, prescindendo dal carattere cromosomico, al fine di scandagliare con delicatezza quegli abissi su cui giacciono: debolezze, insicurezze, violenze e paure; con l’intento di conoscerle e affrontarle.

Articolo pervenuto a mezzo email dalla dott.ssa Imma Sorrentino

Informazioni autore

Exhibit Design – laboratorio di Architettura per la Musica all’aperto
04_brochure_Pagina_1 - Copia

“Exhibit Design – laboratorio di Architettura per la Musica all’aperto”

Un Corso-Percorso Formativo per acquisire conoscenze di exhibition design, metodi avanzati per progettare e curare una mostra di design e la realizzazione di ReS (Resonant String shell) ovvero un manufatto temporaneo in legno per la musica e lo spettacolo all’aperto, autocostruito, arredato e illuminato. Una struttura pensata come una vera e propria macchina scenica per la musica da camera all’aperto, realizzata con materiali economici e tecniche elementari, reversibile e per sua natura sostenibile.
I partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione ed il materiale didattico.
Il corso verrà attivato al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 60.

04_brochure_Pagina_1

04_brochure_Pagina_2

La NETCON S.r.l. è un organismo accreditato presso la Regione Campania, utilizza per la formazione un modello innovativo che supera il concetto di corso professionale statico per quello più ampio di azione formativa globale, individualizzata e flessibile che determina qualità, specializzazione ed alta professionalità.
La NETCON S.r.l. è nata nel 2001, per l’impresa pubblica e privata, con lo scopo di svolgere un’attività di consulenza, formazione e sviluppo software in materie a lei congeniali quali informatica, telematica, organizzazione e gestione d’impresa.
L’Ente opera con proprio knowhow nei settori della Formazione, Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane, Creazione d’Impresa e Sviluppo Locale.
In collaborazione con partner nazionali e internazionali quali Associazioni, Aziende, Università, Istituti Scolastici Superiori, è impegnata da anni nella progettazione e nell’attuazione di percorsi formativi e di orientamento finanziati da: MIUR, Regione Campania e Fondo Sociale Europeo nell’ambito delle politiche comunitarie volte allo sviluppo ed alla promozione delle sinergie tra i diversi stati membri ed alla riduzione delle disparità tra le aree più ricche e quelle più disagiate dell’Unione Europea.
NETCON si rivolge specialmente ai lavoratori che intendono approfondire le loro competenze e migliorare la loro professionalità o che hanno bisogno di formazione professionale attestata per regolarizzare la propria situazione lavorativa.
La formazione erogata ha il duplice obiettivo di sviluppare le competenze disciplinari, metodologiche e di processo delle persone che ricoprono ruoli e svolgono mestieri chiave per l’azienda e contemporaneamente supportare l’evoluzione continua del prodotto, dell’organizzazione e della tecnologia. In questi ambiti merita di essere sottolineata la continuità che la Netcon offre alle attività di formazione e addestramento.
ThesignEvent nasce a Napoli con lo scopo di promuovere la cultura di progetto e di design in contesti regionali, nazionali ed internazionali.

L’Associazione persegue finalità di sviluppo e divulgazione della cultura di progetto attraverso attività di ricerca e formazione, valorizzando ogni risorsa che possa essere occasione di innovazione, progetto, sviluppo e supporto ai professionisti, all’artigianato ed alle attività territoriali. Sostiene e gestisce processi di relazioni tra mondo professionale, enti ed aziende con azioni mirate alla promozione del territorio e delle sue tradizioni. Attraverso piani formativi, workshop, eventi e convegni investiga le relazioni tra architettura, design e territorialità. L’Area Formazione, che opera su indirizzo di un Comitato Scientifico di alto profilo formato da Professori universitari, Storici del design e Professionisti del settore scelti ogni volta con particolare attenzione e perizia, organizza corsi e convegni in materie di architettura e design il cui ricavato va a sostenere i progetti dell’Associazione.

Fan page ufficiale

https://www.facebook.com/exhibitdesignformazione/

Sito ufficiale TheSign event

http://www.thesignevent.it/percorsi/

 

Bando

 

Per scaricare Allegati e documentazione

Bando Allegato A scheda iscrizione Allegato B dd_n_7_2017 Brochure
pdf-icon

Bando

pdf-icon

Allegato A

pdf-icon

Allegato B

pdf-icon

Brochure

Nicoletta Cozzolino

Informazioni autore Nicoletta Cozzolino

Architetto e libero professionista. Già membro della commissione ambientale del Comune, ha partecipato ad alcuni progetti sul territorio. Membro dell'associazione VITRUVIO "Associazione Tecnici, Territorio e Ambiente", collabora con il blog dal 2014.

Mostra “In visitazione del dramma contemporaneo” di Nicholas Tolosa alle scuderie di villa favorita
febbraio 11, 2017
0
mostranicholsatolosa

NICHOLAS TOLOSA “IN VISITAZIONE DEL DRAMMA CONTEMPORANEO”  MOSTRA ALLE SCUDERIE DI VILLA FAVORITA

Ercolano. Si inaugura domenica 5 febbraio, alle ore 18.30, la mostra di Nicholas Tolosa “Visitazione del Dramma Contemporaneo” con il contributo critico di Sabrina Pugliese, con il Patrocinio del Comune di Ercolano e dell’ Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili (OCPG) dell’ Università di Salerno, presso Le Scuderie di Villa Favorita. Una mostra che sarà visitabile fino al 19 febbraio 2017.
Come racconta Sabrina Pugliese: “Lineamenti duri e occhi sbarrati, visi lignei e sguardo malinconico, questi sono i volti dei dipinti di Nicholas Tolosa, giovane ed emergente artista del Salernitano (Eboli), tra l’altro insegnante di disegno e storia dell’arte. Questo è lo scenario della mostra in allestimento che racchiude la produzione artistica di Tolosa dal 2009 al 2015. Un’apparente fotografia che deturpa i volti per poterli rielaborare secondo una visione umana e non meccanica. Qui non sono disegnati volti michelangioleschi, non c’è la perfezione anatomica della Pietà vaticana eppure la drammaticità incombe sonora sulle menti degli osservatori. Visitare l’altro, prestargli ascolto ed attenzione, a questo ci invita Tolosa.

Nell’inarrestabile società di massa, la visitazione è ormai l’unica forma di conoscenza, perché soltanto vis à vis non si può evitare il confronto con l’altro, con il diverso, con l’ignoto. Perché ciò che è misterioso ci mette alla prova e l’uomo moderno, così fragile e smarrito, ha paura di perdere anche quei pochi punti di riferimento a cui può ancora aggrapparsi. Eppure Tolosa, acutamente, spinge l’occhio dell’osservatore verso lo sguardo altrui, o meglio, è il soggetto ritratto che cattura l’attenzione dell’altro. Non ci resta che la visitazione come forma di conoscenza, l’unica possibile, l’unica che non può escludere l’ammirazione del volto umano. Quindi, visitare vuol dire agire, porre il proprio segno nel mondo, mediare tra me e l’altro. Tramite la diversità finora ignorata, il soggetto pensante può ricollocarsi nel sistema della società, ridefinire la sua identità, e, dunque, in sostanza, autoriconoscersi così come fa Tolosa nel suo acrilico su tela del 2011, “Autoritratto”.

Informazioni autore

Contraddizioni, la mostra fotografica di Antonio Cozzolino alle scuderie di Villa favorita
mostra contraddizioni

Si inaugura sabato 11 febbraio, alle ore 18.30, la mostra fotografica “Contraddizioni” di Antonio Cozzolino a cura dell’associazione Giovani per il Territorio, presso Le Scuderie di Villa Favorita . La mostra si potrà visitare fino al 16 febbraio 2017.
Subito dopo l’apertura della mostra verrà presentata, a cura della Cooperativa Sepofà, l’antologia di racconti “Radici Emergenti – Storie di Identità e Territori” con la prefazione di Amalia de Simone, giornalista del Corriere della Sera.
Perchè una mostra fotografica? Per molti, l’inquinamento della zona vesuviana esce dal perimetro della Terra dei Fuochi. Forse è proprio per questo che i locali hanno ribattezzato la zona “Terra dei Fuochi Vesuviana”.

Nonostante la mancanza di un’etichetta degna di nota il Parco Nazionale del Vesuvio è diventato una delle discariche abusive più grandi d’Italia. Ercolano, Terzigno, Boscoreale. I veleni nell’area vesuviana sono seppelliti ovunque ed hanno contaminato le falde acquifere, oltre che condannato a morte – con tumori e leucemie – migliaia di persone. “L’idea di fotografare delle modelle nei pressi di cumuli di rifiuti – racconta Domenico Sannino, presidente di Giovani per il Territorio – nasconde anche una vena goliardica e ha come scopo quello di avvicinare la gioventù (e non) ai temi che spesso è difficile accettare e su cui a volte si preferisce sorvolare.

Utilizzando delle modelle si vuole sottolineare la dicotomia tra la bellezza inestimabile dei nostri paesaggi e lo scempio causato dall’uomo che li sta distruggendo a suon di roghi tossici, interramento e sversamento di rifiuti”. La questione ercolanese è balzata agli occhi dell’opinione pubblica grazie alla denuncia di due sacerdoti: Don Marco Ricci, sacerdote della chiesa di Santa Maria della Consolazione a Ercolano e padre Giorgio Pisano.

I due sacerdoti rilevarono un numero elevatissimo di funerali di bambini nelle loro diocesi. Per far luce sulla vicenda, i due padri decisero di rivolgersi all’Ospedale Monaldi. “Si è scoperto che nelle zone della chiesa parrocchiale del Sacro Cuore, Croce dei Monti, Parco delle Mimose e San Vito c’è un’incidenza di tumori spaventosamente alta. Oltre ai casi accertati, ciò che maggiormente preoccupa è l’incidenza sul territorio. Secondo un rapporto redatto dal dottor Gerardo Ciannella – direttore dell’Unità di Medicina Preventiva del Monaldi e medico impegnato con l’associazione Salute Ambiente Vesuvio – “studiando un campione di 324 residenti di San Vito, una frazione di Ercolano, è emerso che in un territorio abitato da circa 6000 persone ci sono 203 persone malate (130 uomini e 73 donne). Le patologie sono leucemie, neoplasie respiratorie, neoplasie digestive, neoplasie urinarie, neoplasie celebrali, neoplasie mammarie

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/1841603382531721/

News su questa mostra :

Modelle che sfilano sui rifiuti: arriva ad Ercolano mostra fotografica “Contraddizioni”

 

 

Informazioni autore

Presentazione del libro Per la mia città di Aldo de Chiara presso le scuderie di villa favorita
febbraio 5, 2017
0
IMG-20170205-WA0002

Mercoledì 8 Febbraio 2017 alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro “Per la mia città” scritto da Aldo de Chiara.

Insieme all’autore ci saranno il Sindaco di Ercolano avv. Ciro Buonajuto, Giuliana de Fiore ed Antonio Buonajuto.

Moderatrice del dibattito la giornalista de “La Repubblica”  Conchita Sannino.

Informazioni autore