Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Search in posts
Search in pages
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Categories
artisti locali
blog
Cultura ed eventi
Innovazione tecnologica
Moda e design
progetto tilgher
Risorse del territorio
Storia locale
Tradizione e folklore
Mostra dell’artista Vittorio cortini alle scuderie di Villa Favorita un tuffo nella quinta dimensione
ilmondodisuk1

Punta sulla “Quinta dimensione” la mostra che l’artista napoletano Vittorio Cortini propone da sabato 10 (vernissage alle 19) fino al 20 settembre a Ercolano, nelle scuderie di Villa Favorita. Accompagna l’esposizione una brochure con testi di Clorinda Irace (presidente dell’associazione culturale TempoLibero), Donatella Gallone (giornalista e editrice del mondodisuk), Francesca Gerla (scrittrice).
Cortini, che ha un percorso creativo interessante sin dagli anni settanta, è tornato a esporre solo qualche anno fa, grazie proprio a un evento organizzato da TempoLibero in una sede insolita, il ristorante Yao di Posillipo dove si è confrontato con le emozioni del pubblico affascinato dalle sue “visioni alate”, ispirate da un bisogno irrefrenabile di libertà.
Questa nuova mostra- come sottolinea Irace- sollecita a delineare un primo bilancio del percorso di un autore che approda «al gioiello partendo dalla scultura e passando per la pittura… una scelta coerente stilisticamente ma raffinata sul piano formale: la storia dell’arte ci insegna che sono proprio le piccole opere a raggiungere alti equilibri formali e contenutistici ».

Aeree sono definite da Gerla le creature dei suoi dipinti, «ora opache ora vivaci. Sospensioni oniriche, colori, linee, ombre… oltre i quali si affacciano figure, ambientazioni, suggestioni».
La città è dietro le quinte, tuttavia stimola la sensibilità dell’artista in un aspro confronto con la vita che emerge in un dialogo immaginato da Gallone: «Ti diverti a guardarmi annegare nel vuoto. Sono sfinito, ma non smetto d’inseguirti. Mani d’acciaio mi avvolgono nella spirale di un volo sognato, sempre annientato. Mi abbandoni, poi mi riabbracci. Hai labbra rosse e lucenti. Sempre chiuse in una smorfia di violenza». Un incontro/scontro che genera ricerca delle forme, colorate o sinuose.

Per saperne di più
vittorio.cortini@gmail.com
Nelle foto, quattro opere di Cortini in mostra

fonte : http://www.ilmondodisuk.com/dettaglio_notizia.asp?ID=6404

 

Nicoletta Cozzolino

Informazioni autore Nicoletta Cozzolino

Architetto e libero professionista. Già membro della commissione ambientale del Comune, ha partecipato ad alcuni progetti sul territorio. Membro dell'associazione VITRUVIO "Associazione Tecnici, Territorio e Ambiente", collabora con il blog dal 2014.